didattica 2009-2015

Anno 2015

  •  I documenti d'Archivio e il web

    Illustrazione ricerca on line sul sito www.onciario.beniculturali.it  e comprensione delle immagini settecentesche dei registri del Catasto Onciario per una lettura critica e complessiva  della riforma fiscale introdotta da Carlo III di Borbone nel 1740.
    Realizzato per studenti  UNICAL, Corso di Storia Moderna, Modernità: strutture e mentalità. Prof. Marta Petrusewicz

  • ARTICOLO 9 DELLA COSTITUZIONE.

L’Archivio di Stato di Cosenza ha aderito al Progetto e concorso nazionale ”Articolo 9 della Costituzione”  edizione 2014-2015, il cui tema è “Cittadinanza attiva per superare la crisi attraverso la cultura e il patrimonio storico e artistico”.
Per il progetto,  rivolto agli Istituti di istruzione Secondaria di primo e secondo grado,  l’Archivio si offre alle scuole come  laboratorio attivo di apprendimento  della storia attraverso l’utilizzo del sito  web www.onciario.beniculturali.it che consente la visualizzazione di immagini del Catasto Onciario della maggior parte dei comuni della provincia di Cosenza.  Nell’attività di laboratorio l’allievo verrà instradato alla comprensione delle immagini settecentesche dell’Onciario per una lettura critica e complessiva degli atti delle imposizioni fiscali nei diversi Comuni. I risultati,   inattesi e rivelatori di scoperte  sulla pluralità dei valori che i documenti riservano, costituiranno le basi per la realizzazione di un elaborato finalizzato alla  valorizzazione del patrimonio storico territoriale, che a sua volta diventa opportunità di sviluppo dello spirito di iniziativa dei giovani per sfidare la crisi.  
     In questo modo l’Archivio diventa un laboratorio di esperienza capace di coinvolgere  la sensibilità dell’allievo e nel contempo strumento per un uso educativo dei beni culturali.
     E l’allievo diventa protagonista del suo sviluppo culturale.
Per maggiori informazioni sul Progetto si può consultare il sito www.art.9dellacostituzione.it, oppure contattare l’Archivio di Stato di Cosenza, dott.ssa Marisa Spizzirri  e dott. Loredana Stano tel. 0984/791790.
o    6 Marzo 2015, Liceo scientifico statale G.B. Scorza, Cosenza

•    Progetto didattico RACCONTIAMOCI LA CITTA'.  
Anche per il 2015 continua la collaborazione con l’Associazione culturale “Cosenza che vive” promotrice del Progetto  “Raccontiamoci la città”.
Nel corso dei laboratori didattici, coordinati da funzionari del Servizio educativo dell’Archivio di Stato,  oltre alla illustrazione dei compiti dell’Istituto e del patrimonio documentario conservato, verranno selezionate ed analizzate  fonti archivistiche esemplificative per la conoscenza della storia della città di Cosenza.
Agli incontri parteciperanno Scuole secondarie di primo e secondo grado.  
Programma per il mese di marzo 2015:
o     11 marzo,  Scuola media di contrada Rosario di Mendicino – (CS);
o    24 marzo, Scuola media “B. Zumbini” di Cosenza;
o    31 marzo, Liceo classico “Gioacchino da Fiore” – Rende (CS).

Anno 2014

•     RACCONTIAMOCI LA CITTA'. 

Anche quest’anno è stata avviata la collaborazione con l’Associazione culturale “Cosenza che vive” per il Progetto didattico “Raccontiamoci la città”.  In programma per il 20 ed il 27 marzo 2014 incontri tra funzionari del Servizio educativo dell’Archivio di Stato con le Scuole medie di contrada Rosario di Mendicino e “B. Zumbini” di Cosenza, per parlare di due importanti monumenti cittadini: il Teatro Rendano e la Cappella di Santa Caterina d’Alessandria nella Chiesa di San Francesco d’Assisi.


•    ARTICOLO 9 DELLA COSTITUZIONE.

L’Archivio di Stato di Cosenza ha aderito al Progetto e concorso nazionale ”Articolo 9 della Costituzione. Cittadinanza attiva per valorizzare il patrimonio culturale della memoria storica a cento anni dalla Prima guerra mondiale”, edizione 2013-2014, con la proposta, rivolta agli Istituti scolastici, di un laboratorio didattico  sul tema “Soldati ed eroi della Grande Guerra”.  Lo scopo è di fare effettuare agli allievi una ricerca guidata sulle fonti d’archivio relative al periodo della Prima guerra mondiale, in particolare sui registri dei Ruoli matricolari, dove si possono rinvenire informazioni sull’identità dei soldati, sulle campagne di guerra, sulle modalità e sugli esiti degli arruolamenti, affrontando quindi un tema appartenente alla storia mondiale dal punto di vista di coloro che hanno militato negli eserciti e partecipato concretamente alle vicende militari di quegli anni. La ricerca è resa più allettante dalla possibilità di rinvenire la documentazione relativa alla partecipazione di propri antenati alla Grande Guerra e di  ricostruire così un tassello della  propria storia familiare.
 
Per maggiori informazioni sul Progetto si può consultare il sito www.art.9dellacostituzione.it, oppure contattare l’Archivio di Stato di Cosenza, dott.ssa Marisa Spizzirri e dott.ssa Pasqualina Maria Trotta, tel. 0984/791790.
 
 Nell’ambito del Progetto in data  21/02/2014 l’Archivio di Stato ha ospitato la classe IV del Liceo “Lucrezia della Valle” di Cosenza, per il Laboratorio didattico sul tema “Soldati ed eroi della Grande Guerra”. Dopo l’illustrazione dei compiti dell’Istituto, nonché del patrimonio documentario ivi conservato, gli allievi sono stati guidati nella ricerca sui registri dei Ruoli matricolari, dove hanno avuto la possibilità di rintracciare i loro antenati che hanno partecipato alla prima guerra  mondiale, rilevarne i dati anagrafici, le caratteristiche fisiche e la carriera militare.
Inoltre agli allievi è stato mostrato il Portale della Storia degli Italiani, quale supporto  on line alle loro ricerche sull’anagrafica dei soldati e sulla ricostruzione delle loro famiglie.
 

Anno 2013


•     Progetto Raccontiamoci la citta'
Nel corso dei mesi di febbraio e marzo 2013 l’Archivio di Stato di Cosenza ha collaborato al progetto “Raccontiamoci la città”, promosso ed organizzato dall’Associazione culturale “Cosenza che vive”, nell’ambito del quale sono state effettuate visite guidate ad alcune classi di Scuole medie consentine, allo scopo di illustrare i compiti dell’Archivio di Stato ed il patrimonio documentario ivi conservato. Nella stessa sede dell’Istituto si è svolta a maggio la premiazione degli allievi che hanno realizzato i migliori elaborati.
 
•    Visite guidate:
          28/01/2013        Liceo classico “Gioacchino da Fiore”- Rende (CS)

          20-21/02/2013   Liceo statale “Lucrezia della Valle” – Cosenza

          08/05/2013        Istituto comprensivo      statale – San Sosti (CS)

          17/05/2013        Istituto comprensivo statale – Castrolibero (CS)

          16/11/2013        Corso di Antropologia dell’Università della Calabria

          21/11/2013        Liceo scientifico “Pitagora” - Crotone

 

Anno 2012

  •      L'Archivio incontra gli studenti dell'UNICAL :  Corso di Storia Moderna,  Prof. Marta Petrusewicz

Calendario degli incontri:
16 Marzo 2012;
30 Marzo 2012;
20 Aprile 2012;
27 Aprile 2012;
11 Maggio 2012;
25 Maggio 2012;
 

  •      Progetto Raccontiamoci la citta'

 II parte
Le scuole in Archivio
     11/01/2012 - Incontro con la Scuola Media di ctr. Rosario di Mendicino.
     22/02/2012 - Incontro con la Scuola Media F. Gullo di Cosenza
     13 e 14 /03/2012 - Incontro con la Scuola Media B. Zumbini di Cosenza
Illustrazione del patrimonio documentario dell'Archivio di Stato e presentazione del Portale della Storia degli Italiani.

 

  •       07/03/2012 -Incontro con l'Istituto Secondario Statale di Luzzi

 

 

Anno 2011
•    Novembre - dicembre: Progetto "Raccontiamoci la città" sul tema "Cosenza: una storia di alluvioni". L'Archivio di Stato aderisce con la partecipazione dei funzionari della Sezione Didattica ad un ciclo di incontri con gli alunni di alcune Scuole medie cittadine. Il calendario degli incontri è il seguente:
o    15/11/2011 - Scuola Media, ctr. Rosario di Mendicino
o    22/11/2011 - Scuola Media G.B. Vico, piazza Cappello Cosenza
o    12/12/2011 - Scuola Media F. Gullo, via Popilia, Cosenza

•     Febbraio-marzo: partecipazione al progetto “Raccontiamoci la città sul tema “Garibaldi a Cosenza…verso l’Unità”. Incontri con alunni di scuole medie cittadine ai quali vengono proposti alcuni documenti in immagine digitale, commentati e contestualizzati nel periodo storico di appartenenza. E’ stato anche elaborato materiale didattico da utilizzare per gli eventuali approfondimenti, tra cui un questionario sugli argomenti trattati.
 
Anno 2010
•    Febbraio-marzo 2010: Partecipazione al progetto “Raccontiamoci la città” organizzato dall’Associazione culturale “Cosenza che vive”, che si è esplicato in una serie di incontri con classi di scuole medie cittadine nel corso dei quali si è proceduto alla lettura ed al commento di documenti d’archivio riguardanti la storia di Cosenza.
•    27-28 marzo 2010: Collaborazione col FAI-Delegazione di Cosenza in occasione delle Giornate di Primavera del FAI. L’Archivio di Stato è stato inserito nell’itinerario dal titolo “Sulle orme dei Cavalieri di Malta” ed ha effettuato delle aperture straordinarie, mattutine e pomeridiane, per permettere al pubblico, che è accorso numeroso, di accedere ai suoi locali per visitare la mostra documentaria allestita sull’argomento. Nell’occasione i gruppi di studenti coinvolti nel progetto, in qualità di apprendisti cicerone, hanno illustrato sia i documenti che la storia dei Cavalieri di Malta, oltre che gli altri siti monumentali compresi nel percorso, dopo essere stati opportunamente preparati dagli insegnanti e con il supporto dei funzionari d’Archivio.
•    Settimana Cultura 2010. 16 aprile – 1 maggio . “Dall’Archivio alla storia”. Una mostra a carattere prevalentemente didattico, con l’obiettivo di illustrare, soprattutto ai non addetti ai lavori, ma in generale al pubblico interessato l’iter della formazione di un Archivio storico a partire dalla fase del “versamento” della documentazione, soffermandosi e descrivendo a grandi linee i principali fondi archivistici conservati; di questi è stata quindi proposta una tipologia esemplificativa, selezionata tra quella in grado di suscitare maggiore interesse ed ad essa è stato affiancato il “risultato” della ricerca,  ossia una pubblicazione, scelta tra le più significative, che si è avvalsa dello studio e dell’utilizzo di queste insostituibili fonti
•    10 maggio 2010: Premiazione degli studenti che hanno partecipato al progetto Raccontiamoci la città.
•    Nel corso dell’anno sono state effettuate visite guidate a scuole ed associazioni che ne hanno fatto richiesta, nonché esercitazioni a studenti universitari di discipline storiche.
 
 
 Anno 2009

1)      Febbraio-marzo 2009: Partecipazione al progetto “Raccontiamoci la città” ideato ed organizzato dall’Associazione culturale “Cosenza che vive”, che si esplica con cadenza annuale in una serie di incontri con gli alunni e gli insegnanti di alcune scuole medie cittadine ed è finalizzato a far conoscere alle giovani generazioni aspetti e momenti della storia di Cosenza. Per l’occasione dell’anno telesiano, è stato realizzato e presentato nelle classi un power point con immagini e commenti di alcuni documenti d’archivio relativi alla vita di Bernardino Telesio.

2)      23 e 30 aprile, 7 maggio 2009: Incontri in Archivio con alunni ed insegnanti di scuole medie superiori, in collaborazione con l’Associazione “Cosenza che vive” e conversazioni sui seguenti temi: “Cosenza nel Cinquecento”, a cura di F.Scornajenchi; “B.Telesio nelle fonti notarili dell’Archivio di Stato di Cosenza”, a cura di M.Spizzirri e P.M.Trotta; “Arte a Cosenza nel Cinquecento: Pietro Negroni”, a cura di A. Salatino.

3)      18 maggio 2009: il Liceo scientifico “E.Fermi” di Cosenza, col patrocinio dell’Archivio di Stato, ha organizzato un convegno per la presentazione del libro dal titolo “Faide”, di Arcangelo Badolati, Antonello Lupis, Attilio Sabato, cui hanno partecipato numerosi allievi dell’Istituto.

4)      27 maggio 2009: Premiazione dei migliori elaborati presentati dalle classi che hanno partecipato al progetto “Raccontiamoci la città”.

5)      Assistenza in qualità di tutors a tirocinanti del Corso di laurea in Conservazione dei beni culturali, sulla base di un progetto di ricerca intitolato “Collezionismo e consumo d’arte a Cosenza dal 1700 al 1815”, consistente nel rilevare ed esaminare una particolare tipologia di atti notarili (testamenti ed inventari) nella quale sono contenute informazioni sulla presenza di collezioni d’arte e altri beni di pregio nei palazzi cosentini.

6)      11 dicembre 2009: nell’ambito delle celebrazioni indette dal MIBAC per la Giornata dell’alimentazione (16 ottobre), è stato organizzato un convegno sul tema dell’alimentazione giovanile, al quale sono stati invitati esperti medici e biologi che hanno illustrato i rischi di un’alimentazione sbagliata per la salute, nonché alcune classi di scuole medie di I° e 2° grado che hanno presentato i loro elaborati. In conclusione della manifestazione, l’Istituto alberghiero “P.Mancini” di Cosenza ha allestito un buffet a base di dolci tipici natalizi.

7)      Durante tutto il corso dell’anno sono state effettuate, a richiesta, visite guidate con illustrazione dei compiti dell’Archivio e dei fondi archivistici conservati, nonché sulla storia del complesso monumentale, di grande pregio architettonico soprattutto per il chiostro cinquecentesco e le due Chiese adiacenti di San Francesco di Paola e del SS.mo Salvatore.