Un po' di storia

portale sede via pezzulloNel cuore dell’antica Cosenza, nella ripidissima via Pezzullo, in un’ala laterale del Palazzo del Governo venne ospitato, nel 1844, l’Archivio Provinciale di Stato di Cosenza, secondo i dettami del decreto murattiano del 22 ottobre 1812, che imponeva ad ogni intendente di proporre, per l’archivio provinciale, “ un locale il piu’ contiguo al palazzo dell’intendenza, scegliendolo, però, fra gli edifici pubblici o vuoti o destinati attualmente ad uso di minore importanza”

Il palazzo del governo era sorto dalla demolizione e ristrutturazione , voluta dall’intendente Alessandro Mandarino negli anni tra il 1815 e il 1820 del soppresso convento di S.Maria di Costantinopoli, fondato nel 1711 dall’arcivescovo brancaccio.

Soffitti alti, massicce mura, scale in pietra e freddi depositi la’ dove si raccontava ci fossero le celle delle monache, caratterizzavano la sede storica  dell’Archivio di Stato.

I locali, poco funzionali per la conservazione delle carte,  nel corso del tempo, vennero ampliati e ristrutturati, ma rimasero, comunque, inadatti e poco dignitosi. L’incremento dei fondi archivistici e il desiderio della Amministrazione provinciale di usufruire dei locali destinati all’archivio, portarono alla progettazione e alla costruzione di una nuova sede in via Panebianco, quartiere piu’ nuovo della citta’.    Il progetto prevedeva la costruzione di due edifici gemelli, ne venne realizzato, con notevole ritardo, solo uno, consegnato nel luglio del 1988.sede via panebianco

L’edificio occupava una superficie di mq. 232 ed era costituito da un piano terra e da cinque piani soprastanti. si trattava di una torre deposito, utilizzata , appunto, per la conservazione di parte dei documenti , oltre una sala studio e piccoli ambienti  per un esiguo numero di personale.

Contemporaneamente, non essendosi risolte le esigenze dell’istituto, venivano presi in locazione, in via  Miceli , altri locali  che contenevano la restante documentazione , la direzione , la sala studio, gli uffici amministrativi e i laboratori.

Attualmente, l’Archivio di Stato è ubicato nel convento di San Francesco di Paola , pregevole complesso monumentale del ‘500,  sede ultima e definitiva, nel cuore della Cosenza antica, in posizione particolarmente favorevole, perche’ sorge su corso Plebiscito, che collega il quartiere vecchio con la città nuova.